Vacanze in Calabria - ItaliaGuida

La tua vacanza in Calabria: Chiese, abbazie e cattedrali


Duomo Santa Maria Assunta - Catanzaro

Il Duomo di Catanzaro visto di notteNasce nell’XI secolo, il Duomo di Catanzaro fu inaugurato nel XI secolo da papa Callisto II. Nel corso degli anni è stato oggetto di molteplici avvenimenti che hanno modificato l’aspetto sia interno che esterno. Infatti furono numerosi i danni causati dai devastanti bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, la struttura fu fortemente danneggiata tanto da richiedere una ricostruzione immediata.

In seguito agli interventi di ricostruzione la cattedrale è costituita da tre porte sulla facciata principale e altri tre su quella laterale che si affaccia su piazza Duomo. La cattedrale, esclusa l’occasione della sua inaugurazione, fu visitata da un solo papa Giovanni Paolo II nel 1984, in tale occasione di pensò di creare una porta con temi di fede e storia.

Con l’occasione del Giubileo del 2000 e il Congresso Eucaristico della città di Catanzaro, è proseguito il progetto di arredo artistico per immortalare questi avvenimenti, infatti si realizzano altre due porte per le due facciate laterali ed una terza che indicava la via verso il Signore. Quest’ultima fu realizzata con raffigurazioni di semplici regole suggerite da Gesù Cristo per ottenere la Beatitudine.

Il duomo è anche la principale chiesa della diocesi, definita casa per eccellenza del Signore; una posizione di rilevanza raggiunta sin dalla sua edificazione infatti fu uno dei riferimenti principali della vita cittadina e uno dei simboli principali del Medioevo per la presenza dei Santi Patroni. È dovere precisare che la Cattedrale venne edificata per esplicito volere del potere centrale e del feudatario locale e non come simbolo di potenza delle classi sociali della città.

 

Santuario Maria SS Immacolata - Catanzaro

La Basilica dell'Immacolata, CatanzaroIl Santuario Maria S.S. Immacolata nasce in un primo momento in onore della Trinità nel 1254, in seguito dedicata alla patrona della città. Il santuario fu ristrutturato e ampliato con alcune navate laterali e la cupola tra il 1750 e il 1763. A causa di un violento terremoto che recò gravi danni al duomo, gli anni compresi tra il 1783 e il 1833 videro la chiesa rivestire le funzioni di cattedrale.

Nel 1913 fu ristrutturata la facciata assieme al campanile, la chiesa è costituita da tre navate che ospitano cappelle gentilizie e transetto. Le prime testimonianze riguardo la costruzione della chiesa riconducono a un scritto del XII secolo. In base a tali attestazioni possiamo affermare con certezza che l’antica struttura era dedicata alla S.S. Trinità mentre, verso la metà del Settecento, non destò molto interesse da parte dei fedeli, infatti per tali ragioni la chiesa fu ampliata sulla direzione di frate Antonio Matalona.

Ristrutturazioni e ampliamenti successivi interessarono la facciata e la cupola verso gli ultimi anni dell’Ottocento sul progetto dell’architetto Parise, lavori che terminarono nei primi anni del Novecento. La struttura della chiesa è caratterizzata da tre navate voltate a botte e da una cupola di rame, nel 1954 la chiesa divenne Basilica Minore.

Custodisce opere di notevole importanza, un esempio sono i due dipinti del Cinquecento su rame che ripropongono l’immagine dell’Incoronazione della Vergine e dell’Annunciazione.


Santuario San Francesco di Paola - Paola

Il Santuario di San Francesco di PaolaNasce nella zona alta collinare della città di Paola, la località che diede i natali a San Francesco, il Santuario di San Francesco di Paola si trova in una valle adiacente a un torrente e con una ricca vegetazione. Da molti anni tappa di pellegrinaggi da tutto il Sud Italia, in particolar modo dalla Calabria, dove San Francesco è il patrono.

La chiesa ospita una parte dei resti del Santo, è presente una basilica antica di stampo romantico datata al XVI secolo e costituita da una grande stanza principale e da una sola navata sul laterale destro sul quale sono presenti quattro cappelle. Tra queste, la sfarzosa cappella barocca nella quale sono riposte le spoglie del Santo oltre ad alcuni suoi abiti e alcuni frammenti di ossa.

Presso il chiostro del Santuario è presente anche un roseto sempre di San Francesco, oggi si presenta in un folto giardino caratterizzato da numerosi affreschi sulle pareti che ripropongono i principali eventi della vita del Santo. Poco distante è il romitorio sempre del santo costituito da una serie di zone sotterranee che formano il primo nucleo del cenobio del santo e dei confratelli. Inoltre è presente anche il campanile del tempio tra la basilica e il chiostro.

 

Chiesa di Piedigrotta - Pizzo

L'interno della Chiesa di Piedigrotta, PizzoConosciuta anche come Madonnella, la Chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, fu edificata in seguito ad alcuni lavori di scavo nel tufo poco distanti dal mare. Le zone interne presentano archi naturali e grotte di piccole dimensioni che sostituiscono le consuete cappelle e inoltre anche alcune stalagmiti in sostituzione delle colonne e alcune lavorate al tal punto da diventare sculture. Un ambiente del tutto insolito e suggestivo accentuato dall’esigua illuminazione all’apertura.

Attorno all’edificazione della grotta sono nate numerose leggende in base alle quali un veliero napoletano del Seicento che trasportava un dipinto che raffigurava la Madonna, fu vittima di una tempesta e fu trascinato contro gli scogli. Durante il naufragio il capitano invocò la benevolenza della Madonna per la sua salvezza e quella dei suoi marinai.

Terminato il pericolo e raggiunta la riva, trovarono il quadro della Madonna intatto sulla spiaggia. I marinai allora decisero di costruire una chiesa in onore della Madonna scavando nella roccia, terminata la chiesa decisero di lasciarvi il quadro miracoloso.

Angelo Barone e suo figlio Alfonso, verso la fine dell’Ottocento, decisero di ampliare la chiesa e in tale occasione scolpirono nella roccia una serie di sculture che riproponevano gli eventi narrati nelle Sacre Scritture. Tra queste realizzazioni troviamo la statua di Bernadette, San Giorgio, la Madonna di Pompei e una serie che rappresenta il Presepe e alcuni angeli.

 

Duomo di Cosenza - Cosenza

Il Duomo di CosenzaIl Duomo di Cosenza fu costruito nell’XI secolo e fu riedificato, a causa di un violento terremoto, nel 1184, successivamente cui fu riconsacrato dal cardinale Niccolò Chiaromonte, il 1222, lo stesso anno in cui l’imperatore Federico II regalò alla città un reliquiario dall’originale forma a croce che custodiva un piccolo frammento della Santa Croce.

Nel corso degli anni il Duomo subì diversi interventi di restauro, in particolare verso la fine del Settecento fu modificato per intero lo stile donando alla struttura una netta impronta barocca mentre la facciata nel 1831 fu modificata sullo stile gotico. Nonostante i numerosi interventi di restauro una buona parte della struttura della chiesa conserva ancora oggi elementi che richiamano l’originario stile romanico come ad esempio i tre portali ogivali o parte della facciata.

L’area interna è suddivisa in tre navate presso le quali si trovano la Madonna del Pilerio, la Cappella della Patrona e la cappella del SS, Sacramento in stile barocco e un crocifisso in legno del Quattrocento. Nella zona a destra absidale sono presenti i resti del combattenti cosentini morti nel 1844 e, fino a poco tempo fa, anche le spoglie dei fratelli Bandiera, in seguito trasferite a Venezia.

Degno di nota anche il sepolcro, presso il transetto sinistro, di Isabella d’Aragona deceduta nel 1271 a Cosenza. Il Duomo si trova nel cuore del centro storico, precisamente in Corso Telesio, tra le strutture religiose più rilevanti e belle di tutta la regione, con un profondo valore storico.


Basilica Cattedrale Maria SS. Assunta in Cielo - Reggio Calabria

La Cattedrale di Maria Santissima Assunta in cielo, Reggio CalabriaLa Basilica Maria Santissima Assunta è stata edificata in onore di Maria Santissima Assunta, tra le strutture religiose più grandi in tutta la regione è Cattedrale dell’Arcidiocesi metropolitana di Reggio Calabria – Bova.

Nasce nel centro storico della città sulla estesa piazza del Duomo. La Basilica presenta una storia ricca di eventi ed episodi tragici a causa dei numerosi incendi, terremoti e guerre caratterizzata anche da molte ricostruzioni fino ad arrivare all’aspetto attuale con l’ultimo intervento in seguito al terremoto del 1908. Proprio in seguito a tali episodi, la Basilica è diventata un simbolo di comunione e condivisione di un senso religioso profondo.


 


Recapito

Piazza Duomo
89100 Reggio Calabria - Reggio Calabria
Telefono: (+39) 0965.28685
E-mail: basilica@cattedralereggiocalabria.it
Web site: www.cattedralereggiocalabria.it
 

Alto pagina

Catanzaro, città e turismo

Arte, turismo e cultura: Cosenza

La magia di Reggio Calabria

Organizza la tua vacanza a Vibo Valentia

Arte, storia e cultura a Crotone

Itinerari Turistici in Calabria

Informazioni turistiche e culturali in Calabria

Patrimonio culturale in Calabria

Mangiare in Calabria: ricette calabresi

Ricettività in Calabria: la tua pubblicità

Realizzazione siti internet per Turismo

Vacanze in Calabria - ItaliaGuida c/o Opera Digitale Srl - Via Bargagna N° 60 (Piano 3°) - 56124, Pisa (PI) - Italy
Tel. +39 050 9913648 - Fax +39 050 9913647 - Posta:
Partita IVA: IT01931820508 - Codice fiscale: 01931820508 - Iscrizione REA N° 166732 Pisa - Capitale Sociale: 10.000 euro i.v.